Le migliori scarpe per qualsiasi tipo di piede

Le migliori scarpe per qualsiasi tipo di piede

20 maggio, 2021

Ora possiamo dirlo, in Lookiero ci esalta abbinare ad ogni look la scarpa ideale. Oggi parleremo di questo: di scarpe, di piedi, di come prenderci cura di loro e come rendere la scelta della calzatura, un momento essenziale nella creazione del proprio stile.

Una scarpa si sa, può trasformare un intero outfit. A volte per noi, decide la voglia di comodità più che il bisogno di creare la combinazione ideale. Spoiler alert! Se conosci bene il tuo piede, potrai trovare l’equilibrio stabile tra comodità e stile.

I tuoi piedi meritano il meglio

Piede mio, come sei fatto?

Il tuo piede è unico e conoscerne le caratteristiche principali ti aiuterà a trovare la scarpa con la forma giusta, nel materiale adatto.

Caratteristiche importanti di un piede: le dita

Anche se non è cosa di tutti i giorni entrare in un negozio di scarpe e sentirsi chiedere come sono fatte le nostre dita dei piedi, questa caratteristica è utile per studiare il proprio piede. E non solo, qualcuno potrebbe aggiungere. Rapportando tra loro le diverse lunghezze delle suddette dita del piede infatti, ci si potrebbe fare un’idea abbastanza realistica della personalità dei loro proprietari. Ma questa è un’altra storia.

  • Piede egizio
  • È il piede più comune in Italia. “Il più bel piede” per gli Antichi Egizi, si riconosce grazie alla disposizione delle dita, che creano una diagonale visiva dall’alluce al dito più piccolo.

    Nel caso che questo sia il tuo piede e se il primo metatarso (l’osso tra l’alluce e il collo del piede) è più lungo del normale, potresti sviluppare problemi nell’articolazione dell’alluce. Evita scarpe troppo strette in punta, sarai più comoda e potrai scongiurare i calli, che non è poco.

  • Piede greco
  • Meno diffuso che la sua contropartita africana, secondo gli antichi Greci era il piede divino. Come riconoscerlo? Il secondo dito è più lungo dell’alluce. Se la differenza di lunghezza supera il centimetro, si potrebbero sperimentare fastidi nella lunghe camminate. Il lato positivo? Questo è il piede passepartout: va bene con tutti i tipi di calzature.

  • Piede romano o quadrato
  • Viene chiamato quadrato perché le dita sono della stessa lunghezza, soprattutto le prime tre. La pianta del piede è leggermente più ampia del normale, meglio quindi evitare scarpe strette e tacchi vertiginosi.

    Caratteristiche importanti di un piede: le dita

    Caratteristiche importanti di un piede: l’appoggio

    Non solo la forma, anche l’appoggio del piede durante il passo è una caratteristica importante.

    Piede normale

    Se il peso del tuo corpo viene distribuito in parti uguali nella zona anteriore, posteriore e laterale del piede, questo si considera normale.

    Pie cavo

    L’arco plantare mediale (l’osso alla base del piede) è più alto del normale e crea un vuoto sottostante. L’appoggio del piede al suolo non è dunque omogeneo e il peso del corpo non si distribuisce in modo ottimale. I fastidi che si possono generare sono questi:

    • dolore ai cuscinetti plantari e al tallone a riposo
    • rigidità nelle zone di appoggio
    • dita piegate verso l’interno
    • difficoltà nel mettere le scarpe
    • e in alcuni casi tendinite o dolori lombari.

    Piede piatto

    Nei piedi piatti, l’arco plantare mediale è molto più basso della norma o addirittura è inesistente. La parte centrale del piede si appoggia quasi del tutto al suolo.
    Sintomaticamente, questo è ciò che si può sperimentare:

    • dolore alle caviglie, ai piedi ovviamente e alle ginocchia ed
    • il passo potrebbe anche essere meno energico ed efficiente.

    C’è vita per lo stile oltre ai problemi più diffusi

    Ora che abbiamo ripassato insieme, conoscerai sicuramente molto meglio il tuo piede e sarai pronta a migliorare il suo stile di vita.

    Scarpi per il piede cavo

Scarpi per il piede cavo

È ideale aggiungere alle tue scarpe dei plantari in gel o in silicone. Colmano il vuoto lasciato dall’arco mediale e ammortizzano il passo. Prima di scegliere una scarpa, osserva il plantare di serie, alcune Birkenstock e certe scarpe da ginnastica sono opzioni eccellenti per piedi cavi non troppo accentuati. Ed il tuo look non ne risentirà, tutt’altro!

Scarpi per il piede piatto

Scarpi per il piede piatto
Scarpi per il piede piatto

I tacchi quadrati medi o i tacchi larghi sono la soluzione per ovviare alla mancanza di arco mediale. In questo caso le combinazioni di stile sono infinite

Scarpi per il piedi calloso

scarpi per il piedi calloso
scarpi per il piedi calloso

Ahi ahi ahi… I calli all’inizio sono davvero insopportabili, fino a che appunto, ci si fa il callo. Sono molto comuni e a volte non sappiamo nemmeno di averli. Un callo si forma quando la circolazione del dito non è ottimale. Il dito in questione punta verso le altre dita e inizia ad arrossire, fino all’apparire di un dolore intermittente o continuo. Spesso l’origine del problema è la genetica, a volte invece abbiamo scelto la scarpa meno adatta.

Quando scegli le tue calzature è importante:

  • scegliere materiali morbidi come il camoscio, alcune pelli o la tela;
  • che la forma si adatti al tuo piede (non viceversa!),
  • che la parte anteriore non sia troppo stretta.

Scarpi per il piede con pianta larga

scarpi per il piede con pianta larga
scarpi per il piede con pianta larga

Quando la pianta del piede è larga, scegli scarpe ampie soprattutto in punta, evita i tacchi e prediligi i tessuti morbidi. Stilisticamente, la scarpa aperta celebra la larghezza, mentre uno stampato a linee diagonali modella il tuo piede, proprio come farebbe un abito a linee verticali con la tua silhouette.

Scarpi per il piede stretto

Scarpi per il piede stretto
Scarpi per il piede stretto

Ci sono 2 aspetti da valutare quando si ha a che fare con i piedi stretti.

  • Le proporzioni: Se non vuoi che l’attenzione cada sui tuoi piedi piccoli e stretti aggiungi volume, magari con scarpe dalle suole spesse, zeppe, stampati orizzontali o dettagli come lacci o fibbie;
  • l’aderenza: Il piede potrebbe “ballare” in una scarpa poco adatta a un piede stretto, anche perché potrebbe essere male allacciata. Il risultato sono sfregamenti, vesciche e ferite. Scegli quindi scarpe con forme strette e chiusure regolabili, con velcro, lacci o fibbie. E allacciale bene!

Rimedi per i piedi gonfi

Non sono i calli, ma i piedi gonfi sono davvero scomodi. Alcune di noi ne soffrono durante la gravidanza o nei mesi più caldi dell’anno, a volte per problemi di circolazione o di ritenzione idrica. Il rimedio più efficace è semplicissimo, free your piede! Quando puoi, togli le scarpe e lasciali respirare. Quando l’occasione lo permette, scegli un sandalo basso o delle infradito che nella bella stagione sono sempre in auge. Opta per tonalità neutre, un po’ di zeppa ed una forma che si adatti al tuo piede.

Prenditi cura dei tuoi piedi e loro si prenderanno cura di te

Essendo l’estremo più dimenticato del nostro corpo, soprattutto nei mesi autunnali ed invernali, a volte dimentichiamo di quanto importante sia importante prendersi cura dei nostri piedi. Quando arriva il bel tempo però, la storia cambia. Smalti ed esfolianti tornano a coccolare i tuoi piedi, e loro ti ripagano diventando una parte essenziale del tuo look.

Pedicure fai-da-te

Ecco i trucchetti più semplici:

  1. Elimina i resti di smalto dalle unghie, metti in ammollo i piedi in acqua calda, per almeno 10 minuti.
  2. L’acqua calda ammorbidisce pellicine e calli, rendendo più facile il tuo lavoro. Massaggia la pianta dei piedi e i talloni con la pietra pomice. Con un bastoncino d’arancia raccogli le cuticole e immergi di nuovo i piedi.
  3. Lima y taglia le unghie in una forma orizzontale, usando la punta del dito come referenza. Taglia le cuticole, non tirarle, mai!
  4. Asciuga i piedi e pulisci le unghie. Per scegliere lo smalto, pensa ai tuoi futuri look e scegli una tonalità adatta.
  5. Lascia seccare le unghie e infine applica una crema idratante ai piedi. Se sono passate più di 3 ore dal “momento smalto” e stai per andare a dormire, puoi applicare la crema, tanta, e mettere un paio di calze. Quando ti sveglierai avrai dei piedi nuovi di zecca.

Pedicure fai-da-te

SOS smalto

Anche se non è un’azione irreversibile, alzi la mano chi non si è pentita della scelta dello smalto piuttosto che un altro.

Ecco qualche suggerimento:

  • Se non vuoi attirare l’attenzione, scegli tonalità neutre;
  • le tonalità nude danno un aspetto naturale e lasciano trasparire la meravigliosa cura ai quali sono stati sottoposti i tuoi piedi;
  • controlla quali colori sono di tendenza in questa stagione, e quali potrebbero sposarsi bene con i tuoi look;
  • le tonalità scure mascherano le imperfezioni delle unghie e visualmente restringono le unghie,
  • l’opposto di ciò che fanno le tonalità chiare. Quest’ultime poi, hanno bisogno di meno manutenzione, che non è cosa da sottovalutare.

Ora che abbiamo studiato insieme, i tuoi piedi sono al sicuro. È il momento di trovare la calzatura ideale e di incorporarla nei tuoi outfit per l’estate. Spiega alla tua Personal Shopper quale tipo di piede ti è toccato. Si metterà subito al lavoro per sorprenderti con il tuo prossimo Lookiero. It’s time to shoes up!

Continua a leggere
Commenti
Giulia;
22 maggio, 2021
Le scarpe sono tra i miei accessori preferiti le adoro! Basta trovarne un paio mettibili..
Angela;
10 settembre, 2021
Le scarpe sono tra le miei accessori preferite le amo alte con tacco sottile o a zeppa l'importante siano commode da tennis o sportive le scarpe le adoro tutte

Scrivi un commento

il tuo commento (obbligatorio)
Nome (obbligatorio)
email (obbligatorio)